Il tartufo

Il Tartufo è un fungo ipogeo (che vive sotto terra) a forma di tubero, che vive in simbiosi con le radici di alcune piante come quercia, tiglio, pioppo…

Ha una massa carnosa rivestita da una sorta di corteccia. E’ costituito in alta percentuale da acqua, fibre e sali minerali, sostanze organiche fornite dall’albero con cui vive in simbiosi.

La forma dipende dalle caratteristiche del terreno in cui si sviluppa: un terreno morbido favorirà la crescita di un tartufo a forma sferica, mentre un terreno duro, pietroso e con molte radici, ne favorirà una forma bitorzoluta.

Tartufo nero

Esistono moltissime specie di tartufo. Le più conosciute ed apprezzate ad uso gastronomico sono:

  • Tartufo Bianco Pregiato, periodo di raccolta da Settembre a Gennaio;
  • Tartufo Nero, conosciuto anche come Tartufo nero invernale, periodo di raccolta da Novembre a metà Marzo.
  • Tartufo Nero d’estate, conosciuto anche come Tartufo Scorzone, periodo di raccolta da Maggio a Dicembre.

Il tartufo è da considerarsi anche una vera e propria “sentinella ambientale”, non tollera infatti l’inquinamento e quant’altro sia dannoso alla natura.

La Disciplina della raccolta, coltivazione, conservazione e commercio dei tartufi è regolata da un bollettino ufficiale della Regione Umbria del 3 novembre 2004.

Tartufo grattugiato a scaglie

I commenti sono chiusi